JATA
Gig Seeker Pro

JATA

Band Rock

Calendar

This band hasn't logged any future gigs

This band hasn't logged any past gigs

This band has not uploaded any videos
This band has not uploaded any videos

Music

Press


This band has no press

Discography

La mia sola follia
1- La mia sola follia 4.28
2- Senz'argini 4.55
3- Non sento niente 4.13
4- I loro umori 4.37

“LA MIA SOLA FOLLIA”
CD prodotto da:
SK Cooperativa
via Montello, 7
S. G. La Punta (CT)

Mixing a cura di: Quinto Sardo e Ivan Newton
Fotografia a cura di: Photoshop studio fotografico, Alessio Reitano
Grafica copertina: Diffusioni creative, Davide Arona
Autore: Gaetano Russo
Arrangiamenti: Gaetano Russo, Ivan Newton, Nanni Circonciso, Ivano Tornello.

Photos

Bio

Jata project è frutto di un percorso musicale che nasce nel 2007 per volontà di JATA (Gaetano Russo) già bassista, chitarrista e cantante in diverse formazioni, nonché autore; i suoi brani attingono dalle radici profonde della tradizione indie italiana e straniera, ma anche reggae e dub (generi che Jata ha suonato per molti anni e suona tutt’ora). Il progetto prende forma dapprima in studio di registrazione con la realizzazione del disco “L’ultima mente”, contenente i brani “L’ultima mente”, “Diabolica anima”, “Irreversibilmente” e “Serissimi problemi di follia acuta”, realizzati con grande sacrificio grazie all’ausilio del fonico Edoardo Giustolisi, e con la partecipazione di diversi musicisti catanesi.
Nel 2008 il batterista IVAN NEWTON (flam & co, Biagio Antonacci festivalbar 2007 Catania…), il bassista NANNI CIRCONCISO (Versoriente) ed il chitarrista IVANO TORNELLO (Work in Prog) sposano il progetto e si uniscono a Jata dando vita alla band attuale, contribuendo alla formazione di un’identità sonora spiccatamente rock, che riversano in “La mia sola follia”, disco inciso in collaborazione con SKstudio e contenente i brani “La mia sola follia”, “Senz’argini”, “Non sento niente” e “I loro umori” scritti da Jata ed arrangiati da tutta la band. L’album vede la luce i primi giorni del 2009; alla sua riuscita contribuiscono il fonico Quinto Sardo (skstudio) che ha seguito le riprese ed il mixing, il fotografo della band Alessio Reitano (Photoshop studio) che ha realizzato il servizio fotografico, ed il grafico Davide Arona che ha curato la copertina. A loro vanno i ringraziamenti di tutta la band.
“La mia sola follia” è un disco viscerale ed istintivo (l’ossatura ritmico-armonica è stata registrata con riprese "live on studio" in sole 3 ore e mezza) e rivela l’identità musicale dei Jata, un idioma assolutamente personale, caratterizzato da arrangiamenti accattivanti e dinamici, ricorrenti tempi dispari che pur riescono ad essere orecchiabili, e liriche graffianti che danno sfoggio di una complessità dialettica spesso onirica e irruente.