KHORAKHANE'

KHORAKHANE'

 Bologna, Emilia-Romagna, ITA
BandFolkSinger/Songwriter

folk rock with roots into italian and mediterranean singer-songwriter tradition, inspired by the late Fabrizio De Andrè, developed into an original sound

Biography

Khorakhanè are named after Fabrizio de Andrè's song (most famous Italian singer-songwriter of all times) whom they pay tribute and get inspiration while developing their own original songs and sound, coming from a mix of different styles, which over the years became strongly personal: their creative forces comprised within this sextet allowed them to compose a specific kind of music. Folk, singer-songwriter music and the contemporary of rock music together very much represents the "creative source" of the group. They pay extra attention to the lyrics, searching for the most direct messages, even though there were social protests, they found the right mixture.
In 2007 Khorakhanè performed at the 57th Sanremo Festival and got the second place in the critic's award between “young artists”. Following this participation, they have been awarded the prize "La Stampa 2007" (national newspaper of Torino) in September 2007 as representing the best group of 2007. In November 2007 in Faenza they received the premium MEI from the Meeting of independent Italian Music for best Indie-Pop group of 2007.
The Khorakhanè did several concerts all over Italy, as well as in some other countries, as in Switzerland and in Poland in 2005, in Sweden, in Egypt (organized by the Office for the Promotion of Italian Culture Abroad in Cairo) and in Germany, at the International Music Fair POPKOMM in Berlin in 2008."
Their new single “5 monete d'oro” by Massimo Bubola (co-author of many De Andrè songs) has been released in June 2009, anticipating the album , “L'Esploratore” which has just been released by Nar/Warner, including the song “Non ho Scordato” about the the generation that he has lived "lead years" in the years '70, suffering the sequence of bombs and actions of political terrorism, that now declares to have not forgotten.

Lyrics

LA BALLATA DI GINO

Written By: MEDRI / ULDERICI

Falce, forcale, vanga o rastrello, in mano aveva sempre un attrezzo
madre in cucina, pie le sorelle, camino acceso, i buoi nella stalla
obbedire, verbo bandito: della libertà pagò il prezzo
il federale lo prelevò, non più zappa ma fucile in spalla

Diciotto anni, rabbia e livore, al fronte a fare la guerra
balilla non lo era mai stato, non volle sfilare in orbace
sotto l’elmetto Gino sognava: l’aratro tagliava la terra,
a mietere il grano, l’odore del vino, ma ci voleva la pace

Sinistro un treno arrancando lo portava dritto alla morte
deportato, smarrito, in guerra non puoi scegliere la tua sorte
sparare e uccidere oppure la fame, il freddo, la prigionia
ammazzi l’altro: giudice, boia, assassino o nel fango del lager la tua agonia

Gavetta, brodaglia, lampi, frastuono, un’ossessione: fuggire
quel contadino giovane e mite non avrebbe ucciso nessuno
sostò il treno, decise in fretta e scappò all’imbrunire
corse forte, latrato di can e risentì il profumo del fieno

Aprile, primo sole, paese liberato, dal nord in bicicletta tornò a casa
dinamo, fanale e buche anche di notte, se la guerra era finita
spettri e fantasmi ad ogni angolo di strada, segni di croce ad ogni angolo di chiesa
disertore si, ma uomo che nemmeno a un altro uomo tolse la vita

Sinistro un treno arrancando lo portava diritto alla morte
deportato, smarrito, in guerra non puoi scegliere la tua sorte
sparare e uccidere oppure la fame, il freddo, la prigionia
ammazzi l’altro: giudice, boia, assassino o nel fango del lager la tua agonia

LA MODERNITA'

Written By: Medri

Ecco che s’avverte un rumore d’acciaio
con anime mute scrutiamo l’orizzonte
ecco che dal nulla si materializza
con voce in crescendo ci dice ci dice… AuH…AuUuU…AuH…AuUuU…

Finalmente avremo più cose da mangiare
forse basteranno per tutti in paese
ecco siamo pronti a lasciare i confini
della non curanza verso la modernità… auh…auuuu…auh…auuuu…

C’È UN TRENO CHE CORRE E CHE PORTA CONSIGLI
C’È UN TRENO CHE PASSA DAI FERMIAMOLO PIÙ IN LÀ
CORRIAMO CORRIAMO IL DESTINO È GIÀ IN CARROZZA
SUL TRENO C’È UN POSTO ANCHE PER NOI

Nero come fumo che sputa dall’alto
un mostro di metallo vivo fatto con il sangue
più brutto di una notte di dolore e di tormenti
con voce che grida come fosse in agonia…AuH…AuUuU…AuH…AuUuU…

Finalmente avremo più spazio per pensare
e non basteranno che poche monete
per accoccolarci fra i morbidi cuscini
della non curanza verso la modernità auh…auuuu…auh…auuuu…

NON HO SCORDATO

Written By: Medri/Coveri/Scheda/Fanti/Ulderici

I nostri anni migliori imbottiste di odio
cupe trame, faceste Gladio;
ragionieri e tranquilli a fine settimana
Piazza Fontana.
Nero, duro, il principe Borghese
nascosto in ombra, voleva il Paese:
voleva portar via la democrazia.
Scoppiò la gente a Brescia in Piazza della Loggia
doni, sangue sul treno di Natale, neve e pioggia;
mare, riposo, riviera, ferie un’illusione
birre e gelati: Bologna stazione
Bologna ultima stazione
RIT.
La mia gioventù dicevo è in un angolo che piange
le vostre bombe l’hanno annegata nel sangue
di perdono sono capace ma no non ho scordato
le vostre pistole e giovane io non sono mai stato
Drappi rossi opposero, oliarono la 38
folle delirio, tradito il sessantotto, la rivoluzione
operai, poliziotti a terra, tutta povera gente
povero, ricco, giudice: al boia importava niente
Scoppiò la gente a Brescia in Piazza della Loggia
doni, sangue sul treno di Natale, neve e pioggia;
mare, riposo, riviera, ferie un’illusione
birre e gelati: Bologna stazione
Bologna ultima stazione
RIT.
La mia gioventù dicevo è in un angolo che piange
le vostre bombe l’hanno annegata nel sangue
di perdono sono capace ma no non ho scordato
le vostre pistole e giovane io non sono mai stato
Di orrore, sangue caldo avete tinto la storia;
sparo ora anch’io: la mia vendetta è la memoria
RIT.
La mia gioventù dicevo è in un angolo che piange
le vostre bombe l’hanno annegata nel sangue

Discography

La ballata di Gino - LP - 2007
Svalutation - Single - 2008
5 Monete d'Oro - single - 2010
L'Esploratore - LP - April 2010
airplay by main Italian radio circuit

Set List

Our set can be of 45' or longer ( up to 100') it normally includes a selection of songs from both our albums and a few covers of Fabrizio De Andrè rearranged in Khorakhanè style.
L'ESPLORATORE
COSIMO E LUCILLA
CINQUE MONETE D'ORO
LA MIA FAMIGLIA BALLA
NIENTE E' PERSONALE
NON HO SCORDATO
STORIE DI PAESE
ANCORA NOI
CANZONE PER ME
UN SORRISO NEL CIELO
LA BALLATA DI GINO
KARIM
ERI LA GUIDA
LA MODERNITA'
RIVOLUZIONE IN TESTA
ANDREA (DE ANDRE')
LA GUERRA DI PIERO (DE ANDRE')
MEGU MEGUN
VOLTA LA CARTA
DON RAFFAE' (De ANDRE')