La Madonna di MezzaStrada
Gig Seeker Pro

La Madonna di MezzaStrada

Perugia, Umbria, Italy | SELF

Perugia, Umbria, Italy | SELF
Band Alternative Singer/Songwriter

Calendar

This band hasn't logged any future gigs

This band hasn't logged any past gigs

This band has not uploaded any videos
This band has not uploaded any videos

Music

Press


This band has no press

Discography

Cantiche (2011)

Photos

Bio

La Madonna di MezzaStrada nasce nel 2008 a Perugia, come duo acustico, dall'incontro del chitarrista e cantante Fabio Ripanucci (San Benedetto del Tronto) e del chitarrista Luigi Del Bello (Ascoli Piceno) . Nel 2009 il progetto si allarga, definendo l'attuale formazione, al bassista Fabrizio De Angelis (Ascoli Piceno) e al batterista Simone Sensoni (Piansano - Viterbo), virando verso un rock elettrico e cantautorale.
La Madonna di MezzaStrada, in questi anni, si è esibita nelle Marche presso il Taloon, il Velvet Underground, il Pao e nelle finali dell'Alternative Version in Piazza del Popolo ad Ascoli Piceno; sempre ad Ascoli Piceno ha suonato in set acustico presso la libreria De Prosperi; in Umbria ha suonato al Norman club di Perugia, ai giardini Hoffmann di Foligno, al contest “Suoni in movimento” di Ponte Felcino (PG) e come gruppo spalla dei Marta sui Tubi all'Urban club di Perugia.
Nel 2011 esce il loro primo album "Cantiche" un misto di musica cantautoriale rigorosamente in italiano e sonorità aggressive ed elettriche. Nel 2012 hanno partecipato alle selezioni dell'Italia Wave non riuscendo ad accedere alla fase finale. Non scoraggiati ora sono in studio per la preparazione di un nuovo disco.

La Madonna Di MezzaStrada presenta il disco prodotto dalla Skylab Studios di Terni. Il disco pretende di essere l'espressione autentica delle esigenze artistiche del gruppo. Un totale di nove tracce suddivise in tre gruppi concettuali più un brano extra: la prima triade (Elucubrazioni) raccoglie le canzoni più aggressive e graffianti, dai testi più psichedelici e allucinati di stampo intimista; il secondo gruppo (Come nani orbi sulle spalle dei giganti) comprende i brani che si ispirano a personaggi della letteratura classica (Holderlin, Back, Dostoevskij), con musicalità più morbide ma non prive di energia; il terzo ed ultimo gruppo (In mezzo alla strada) raccoglie i brani ispirati a situazioni e impressioni quotidiane, brani d'impronta più tradizionale e melodica. L'ultimo brano, Luci di via, slegata dal resto della tripartizione, vuole essere il filo conduttore del disco, una sorta di chiave di lettura del disco che spetta all'ascoltatore di decifrare.