Neon Boulevard
Gig Seeker Pro

Neon Boulevard

Band Alternative Singer/Songwriter

Calendar

This band hasn't logged any future gigs

This band hasn't logged any past gigs

This band has not uploaded any videos
This band has not uploaded any videos

Music

Press


Quando parlai del disco degli Spring Sale! (era la fine del 2006) usai a proposito il termine “eleganza”. Scrissi la storia di due ragazzi di provincia alle prese con una miscela stabile di passato e presente, come a voler riprodurre in ipertesto l’effetto dello sfoglio di un libro brossurato in edizione economica. Sono passati due anni, la band si è sciolta, e uno dei due decide di intraprendere la strada dello shoegaze elettronico... e lo fa su musicassetta. Che dire? Elegante.

Quasi mi trovo a dover cercare il modo di ascoltarla, questa cassetta. Scartabello nello sgabuzzino in un personale safari tra vecchi cimeli per procurarmi un mangianastri intatto: lo chiamavamo “registratore”. Poi mi accorgo che nella mia auto antidiluviana non ho ancora il lettore cd. Non capitava da eoni di poter ascoltare qualcosa di nuovo sulla strada. Allora piglio “telling secrets” mentre vado al lavoro, e nei trenta chilometri di percorso in mezzo al traffico mattutino la cassetta gira almeno tre volte. Faccio lo stesso al ritorno. Faccio lo stesso il giorno dopo. Sorrido.

La testa prende a vagare tra le nuvole, a spasso per i soliti pensieri che distraggono dall’asfalto e dai parabrezza antistanti, ma è come imbracciare una chitarra e guardarsi le scarpe mentre si sfregano le corde. Da the first secret a missing kiss, pausa e strofinio da fine nastro, scricchiolio di piccole leve meccaniche, poi da chewingum maniac a the last secret e ritorno. Brevi carezze di chitarre stropicciate, tastiere e sinth, computer portatili e bassi attorcigliati. Pochi, pochissimi minuti per pezzo, da dondolare ad occhi chiusi… se solo non stessi guidando.

Come dei My Bloody Valentine racchiusi in una scatola da scarpe; come tendere l’orecchio alla parete del salotto, mentre dalla parte opposta il vicino di casa sta ascoltando un pezzo onirico dei Jesus & Mary Chain. Chevingum maniac la riascolto riavvolgendo l’inizio del lato B parecchie volte e diventa la mia preferita, la più “moderna”. Bello poter riavvolgere e sentire a che punto è il nastro di tanto in tanto. Sto guidando una Ford Fiesta del ’94 in un marasma di lamiere lucide dai design innovativi, dalle casse escono note dilatate tra beat elettronici e qualche sincope digitale. Gioco col reverse. Sorrido resistendo alla tentazione di chiudere gli occhi. Che dire? Elegante.
- www.hatetv.it


Discography

- Save The Fu2re (Compilation) - Betulla Records (one track: From Winter To Summer);
- Telling Secrets (EP) - Best Kept Secret (8 songs - audiocassette only);
- Electrostatik Vol.2 (Compilation) - 272 Records (one track: Tasting Rain).

Photos

Bio

DO YOU BELIEVE IN ALIENS?

Hi there!
First of all I hate bio: I don’t even know what I’m supposed to write down…
I don’t like talking about myself as well as I don’t like talking about my music. I just do it because
playing it’s so funny and rewarding. I never did and I’ll probably never do anything considerable as a musician, but in my mind I’m defenitely a nice useless rockstar. i used to sing and play here: a great band that splitted too soon... now, i go solo.
I chose lo-fi as a lifestyle and shoegazing as a state of mind because it’s important to me to keep a
low profile in life. i play, record, sing, mix and master everything by myself. if you don't like what you'll hear, well... it's all my fault!
I can’t stand the earth and almost all the people who populates it anymore. I’m pretty sure I’m from
outer space, so please come Mothership come, come and take me home!