ShirleySaid
Gig Seeker Pro

ShirleySaid

| SELF

| SELF
Band Pop EDM

Calendar

This band hasn't logged any future gigs

This band hasn't logged any past gigs

This band has not uploaded any videos
This band has not uploaded any videos

Music

Press


Una voce dolce e suadente quella di Giulia Scarantino, cantante e pianista dei Shirley Said che, con la sua evanescente armoniosa dote vocale, avvolge chi l'ascolta, trasportandolo in un mondo del tutto visuale e psichedelico, quasi da museo d'arte moderna berlinese, creando un'atmosfera fatta di suoni che entrano ed escono dal corpo, insediandosi in ogni piega del tuo fisico per diventare cosi sensuali da perdersici dentro.

Non manca poi una parte strumentale perfettamente adatta ad accompagnare le suddette doti vocali della cantante che, a tratti, ricorda la voce di Tracey Thorn (Everything but the girl): arrangiamenti ben costruiti e perfettamente in grado di rendersi contemporaneamente co-protagonisti delle sonorità in fuoriuscita da questo disco.

Effetti elaborati e messi sempre al posto giusto per creare un atmosfera mirata attraverso un preciso viaggio emozionale che invita a chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dal suono e dalla sua densità morale.

Un lavoro che, indubbiamente, va collegato ad una genialità visiva e di installazioni per uno spettacolo da non perdere. Dall' elettronica fusa con il rock, alla psichedelia e la dub, ma con tocchi di rifinitura che spaziano dai più improbabili generi, confluiscono tutti in questo progetto dalle mille sfumature artistiche, per un qualcosa di indubbiamente originale che non va assolutamente perso dal vivo per meglio comprendere l'estro dei suoi vari componenti e creatori. - GenovaTune


ercoledì 21 giugno la LATINAIL in occasione della giornata nazionale per la lotta contro le leucemie, linfomi e mieloma, organizza uno spettacolo a sostegno della ricerca. A cominciare dalle 21, sul palco allestito in piazza del popolo si alterneranno artisti e testimoni della LATINAIL per rafforzare il concetto che la speranza della guarigione è nella ricerca e, un forte aiuto lo si ha dal volontariato. Coordinati da Dina Tomezzoli, si esibiranno gli ShirleySaid, al secolo Giulia Scarantino voce, Simone Bozzato chitarra, Angelo Quadrini basso e Alessandro Bottari batteria, che proporranno il loro ultimo lavoro: “Tales from a Chambermaid”. Saliranno sul palco anche i ragazzi delle classi V della scuola primaria A.F. Celli, il 5°Circolo Didattico di Latina, che, sulla musica di Sergio Endrigo e Mario Marcucci, canteranno e reciteranno, in chiave moderna, le poesie di Gianni Rodari. Si prosegue con la danza dei Sold Out, il gruppo Hip Hop semifinalista del campionato mondiale 2005-2006 di Los Angeles, si cimenteranno su una coreografia di Benito Merlo. La serata prosegue con la musica di Ray Charles, interpretata in chiave jazz e blues da Claudio Olimpio e The Bluesbreakers: Arcangelo Spina basso, Giorgio Raponi batteria e Marco Belleudi tastiere, la voce è quella di John Angelori. Ancora Hip Hop e danza moderna con i Modulo Industry e per finire, The Vibration Gospel Choir, diretti da Marco Onorato. - ParvaPolis


In scena il 22 dicembre presso il Piccolo Teatro “A.Cafaro” l’evento patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Latina e presentato dall’associazione MODAVI “Gruppo pontino per Emanuele”

LATINA, 18 DICEMBRE 2007 - L'associazione MODAVI "Gruppo pontino per Emanuele", con il patrocinio del Comune di Latina Assessorato alla Cultura è lieta di presentare SENSORI, spettacolo originale di arte contemporanea che si terrà il 22 dicembre 2007 presso il Piccolo Teatro "A.Cafaro" di Latina. L'evento si propone l'obiettivo di sensibilizzare gli spettatori al linguaggio del corpo ed alla codifica dei cinque sensi attraverso la sperimentazione e fusione delle arti visive ed auditive,in relazione alla complessa problematica dei diversamente abili. La danza contemporanea del CentroArteSpettacolo ODILE sarà sonorizzata dall'electro_pop degli ShirleySaid con commenti visivi della video performance di KUDU, in un flusso di arte-ricerca per indagare insieme le forme ed i codici del corpo umano, nel tradurre il mondo con i cinque "sensori" di cui è dotato. Il ricavato di questa serata di beneficienza verrà totalmente devoluto all'associazione MODAVI" Gruppo pontino per Emanuele" perché si pensa che l'arte possa ancora non soltanto proclamare ma agire per sostenere nobili cause. - ilNotiziangolo


Dopo gli show di Sonorya con Jenny's Joke (ospiti i Colya) e The Mirrors con Sm58 (ospiti i Pecksniff), si prosegue con PostOff con CtLab (ospiti i Karnea), per concludere il 18 Marzo assieme a Reflue con Shirley Said (ospiti i Blunitro).
Una formula semplice, intelligente ed afficace quella che muove Cantiere Sonoro 2005 per il momento alla fase selettiva. Lo schema di Band in Cantiere prevede quattro serate che vedranno protagoniste otto band selezionate dalla giuria di esperti. Gli otto finalisti saranno divisi sulle quattro serate a coppie di due. Da ogni serata ne esce una vincitrice che partecipera' al CRock Cremona Rock Festival.
- MusicalNews


Tales from a chambermaid è il primo lavoro degli ShirleySaid, band emergente del panorama elettronico che Musicalnews ha incontrato in occasione di un’originale esibizione in cui si mescolano musica e letteratura.
Tales from a chambermaid è il primo lavoro degli ShirleySaid, band emergente del panorama elettronico che Musicalnews ha incontrato in occasione di un’originale esibizione in cui due delle principali arti, musica e letteratura, si mescolano dando vita ad un legame da non sottovalutare.

Le cinque tracce del disco d’esordio presentano venature dark, echi di new wave anni ottanta, ritmiche trip hop, il tutto sotto la voce etera di Giulia la vocalist che da voce a pensieri onirici ed emozioni timide. In tutti i brani si nota una particolare ricerca dei suoni ricordano le band inglesi di fine anni novanta anche se le influenze sono chiaramente rivolte a gruppi quali Joy Division e The Cure. Di tutto questo e anche altro abbiamo parlato con Alessandro e Giulia.


L. D. C. Ragazzi, raccontateci come si sono formati gli ShirleySaid….
A.B. Gli ShirleySaid sono il risultato di una serie di decomposizioni di band formate dal lontano 2001 il cui nucleo rimane Alessandro Bottari e Giulia Scarantino rispettivamente suoni e voce/piano. Penso che sia molto importante il contributo di ciascun componente – dice Alessandro - nel senso che unendo le preferenze musicali vengono fuori idee davvero interessanti e originali.
In questo modo cerchiamo di miscelare suoni e generi dall’analogico al digitale dal progressive alla new wave la band infatti si completa con chitarra, basso e contrabbasso.

L. D.C. Come nasce un brano degli ShirleySaid?
A. B. Per quanto riguarda la parte musicale non seguiamo una struttura strofa ritornello, cerchiamo di seguire il flusso delle idee.
G. S. I testi non sono narativi, sono in lingua inglese, li scriviamo insieme io e Alessandro separatamente integrandoli in un secondo momento ed è lì che vengono fuori accostamenti che creano immagini senza significato reale. Nel repertorio c’è anche un brano in italiano ma non è in linea con il resto della

L. D.C. Com’è la risposta del pubblico durante i concerti?
A. B. Riscontriamo una risposta positiva, abbiamo un pubblico “distratto” nel senso che ascolta la nostra musica in sottofondo e un pubblico più attento alla qualità che apprezza la ricerca dei suoni. Puntiamo molto sulla ricerca del suono, più della struttura del pezzo - dice Giulia – ma si riscontrano dei problemi nel canale precedente ovvero nel momento in cui si cercano locali dove esibirsi. Per una cover band è il percorso è più semplificato ma per una band emergente che non suona musica commerciale e che cerca di crearsi un proprio pubblico non è facile farsi confermare delle date nei locali. Dunque, oltre a pezzi nostri proponiamo un paio di cover New Order e Nine Inch Nails, gruppi storici che ci mettono d’accordo.

L. D. C. Avete partecipato a diversi festivals italiani ottenendo anche dei riconoscimenti, quanto vi ha agevolato nel vostro percorso?
G. S. I festival sono un’occasione importante perché raggruppano un pubblico eterogeneo.
Dall’altra parte danno l’opportunità di conoscere esperti del settore come giornalisti, musicisti professionisti che ti danno consigli.


L. D. C. Siamo arrivati alla conclusione, toglieteci una curiosità: Perché ShirleySaid?
A. B. E’ colpa mia, per un po’ di tempo mi è capitato di sognare spesso una bambina che si chiamava Shirley che si rivolgeva a me facendomi delle domande. L’ho proposto al resto del gruppo e sono nati gli ShirleySaid - MusicalNews


Discography

"Tales From a Chambermaid" -
"Tales From White-Demo" "ShirleySaid"

Photos

Bio

Born in Italy and currently living in London,UK,ShirleySaid are a visionary artist ensemble: composers / multi-instrumentalists / producers / sound designer; their music is a dreamlike journey into sensual , provocative and hypnotic electro-avant-pop.

Among their works, they collaborated with minimal techno artist Marco Messina (99 Posse) and the ZdB (ZOO d Berlino) music event agency, performed with NoCodecProject at clubs/venues with avantgardist DJ-set producing ambient sounds. Their live improvisations were played at photographic and art exhibitions. In the meanwhile composed music for Film / TV / Adv and Animation short film.Coming from different musical backgrounds they fuse their diverse vibes to create their first unique sound. With a strong independent / DIY philosophy, they also involved in visual art, photography, design and media-arts.
In 2009 released their fourth self-produced EP and moved to London where grow their own label and recording studio, Mokastudio inc.

ShirleySaid full-length EP ‘shirleysaid’ is out now.