The Disappearing One
Gig Seeker Pro

The Disappearing One

Band Pop Alternative

Calendar

This band hasn't logged any future gigs

This band hasn't logged any past gigs

This band has not uploaded any videos
This band has not uploaded any videos

Music

Press


La Campania si sta mostrando sempre più una vera e propria culla per chi vuole fare della buona musica. I The Disappearing One arrivano da Caserta e sono cinque musicisti di spiccato talento. Il The Disappearing One project nasce nella cameretta di Fabio Giobbe nel 2006, che scrive, arrangia e suona una manciata di pezzi (di cui una parte finirà sul MySpace) con il semplice scopo di farli ascoltare agli amici. Poi l'entusiasmo di Marco, bassista, spinge alla ricerca di altri componenti per formare un gruppo e suonare dal vivo questi pezzi. Ed è così che dal 2008 questo progetto si è trasformato in un vero e proprio gruppo: The Disappearing One. La musica proposta dai The Disappearing One è un post-rock molto fresco e melodico. The 11th Hours è il brano con cui si presentano: una melodia che ti trasporta con tutta la sua leggerezza. Nella seconda traccia, Tons, le chitarre si fanno più rock e l'atmosfera diventa cupa. Una chitarra acustica introduce la terza traccia, Wide Pitches. La musica dei The Disappearing One ti avvolge e ti conquista. Note delicate, come quelle di Black Calls, ti trasportano e ti cullano dolcemente, grazie anche alla particolarissima voce di Fabio. L'ascolto dei The Disappearing One è sicuramente piacevole e più ti inoltri e più te ne innamori. E così prosegui con Everything Is Choice. L'atmosfera è più leggera e ti ritrovi a canticchiarla già al primo ascolto. A Night At Home, The Writer e ti senti già conquistato da questo quintetto campano che fa musica e lo fa davvero bene. Border's Ride, Neverending Circles… la musica dei The Disappearing One ti è già entrata dentro, con i suoi suoni, con le sue atmosfere, a volte rilassate e a volte più tirate, ma sempre delicate. Stop, Think And Talk è, a mio parere, la traccia più coinvolgente di questo Transitional Phase. Chiudono le dolcissime Untitled e When I'm Down, brani in cui sono la chitarra acustica, la voce, un violino e un piano a farla da padrone, a portarti fino all'ultima nota di questo album bellissimo. Transitional Phase è davvero un album ben suonato, da ascoltare quando hai voglia di farti coccolare dalla musica. I The Disappearing One sanno suonare e creare atmosfere davvero sognanti. Tutti dovremmo perderci e goderci la gioia di sparire tra le loro note, almeno per un po'.
- By Katia Arduini for "Losthighways"


Discography

Still working on that hot first release.

Photos

Bio

Currently at a loss for words...